Uncategorized

Grotte di Toirano: nuove tariffe

Comune di Toirano e Soprintendenza Archeologia della Liguria hanno rinnovato per altri due anni la convenzione che regola l’attività delle “Grotte di Toirano”, che si trovano su territorio comunale ma che – trovandosi nel “profondo sottosuolo” – appartengono al demanio archeologico.  Con il rinnovo della convenzione sono state fissate le nuove tariffe per i visitatori.
Il costo del biglietto intero (da gennaio a giugno e da settembre a dicembre) è di 12 euro; nei soli mesi di luglio e agosto, compresa la visita al santuario di S. Lucia, sale a 13 euro. Il biglietto ridotto per gruppi prenotati di adulti (oltre 20 persone) e per enti convenzionati costa 8 euro in bassa stagione (ottobre – marzo) e 10 euro in alta stagione (aprile – settembre). Il biglietto ridotto (minori da 5 a 18 anni e gruppi scolastici costa da aprile a settembre (alta stagione) 7 euro, da ottobre a marzo (bassa stagione) 6 euro.
Biglietto ridotto famiglie: minori da 5 a 18 anni (riservato alle famiglie con oltre 1 figlio) 5 euro. Biglietto gratuito per personale del ministero Beni culturali e Turismo, membri ICOM (International Council of Museum), accompagnatori capigruppo, insegnanti accompagnatori di scolaresche, bambini sotto i 5 anni, cittadini residenti nel Comune di Toirano.
il biglietto comprende il percorso guidato di visita delle Grotte della “Basura”, di “Santa Lucia inferiore” e della grotta-santuario di “Santa Lucia superiore” (limitato a luglio e agosto), la visita del Museo Preistorico-Archeologico della Val Varatella e la visita al Musco civico etnografico sito nel centro storico di Toirano, tutti gestiti dal Comune di Toirano. Il biglietto consente inoltre una riduzione sulla tariffa d’ingresso a tutte le cavità inserite nel circuito AGTI (Associazione Grotte Turistiche Italiane) e del Museo Archeologico di Finale Ligure.
Tra le priorità da realizzare con i proventi netti derivati dalla vendita dei biglietti, la convenzione tra Comune e Soprintendenza indica come obiettivo primario la promozione dello studio del patrimonio archeologico e paleontologico e la ripresa delle ricerche scientifìche alle grotte.

Informazioni sull'autore del post