Politica Savona

Pongiglione sul problema derivati: " “E ci risiamo con la Corte dei Conti. Come già tre anni fa per la vicenda ATA"

Savona. A pochi giorni dalle elezioni amministrative, ad insorgere a Savona è il problema derivati. Nel mirino della Corte dei Conti infatti, sono finiti i contratti del comune con Deutsche Bank.
Ad intervenire in merito è il candidato sindaco per “Noi per Savona”, Daniela Pongiglione: “E ci risiamo con la Corte dei Conti! Come già tre anni fa per la vicenda ATA (parcheggio del Sacro Cuore, doppio incarico per l’ing. Pesce) l’Ente di controllo contabile esamina e sanziona il Bilancio comunale di Savona. Durante l’amministrazione Ruggeri 2, l’allora Consigliere comunale di Noi per Savona, ing. Domenico Buscaglia denunciò più e più volte la scelta irragionevole e azzardata del Comune di investire in swap. E nel testo programmatico per le elezioni del 2006, noi avevamo scritto: “Occorre una maggiore cura del Bilancio comunale. Non si devono più accendere mutui a tasso variabile, altamente rischiosi”.
Continua il candidato a Sindaco: “Anche nell’ultima Commissione Bilancio, ho criticato la scelta avventata di tali investimenti: azzardi da cui ogni amministrazione seria deve rifuggire assolutamente. Speriamo che vengano chiarite le responsabilità delle scelte e della gestione. Non è possibile che per l’imperizia (a voler pensare bene!) di chi aveva il dovere di tutelare gli interessi anche economici della Città, debbano poi pagare i Cittadini in termini di aumento di tasse e di tagli dei Servizi”.
fonte: C.s.

Informazioni sull'autore del post