Attualità Millesimo

Lettera anonima al comune di Millesimo

E’ stata affissa in bacheca, fuori dal comune di Millesimo, la lettera anonima, firmata “un anziano valbormidese”  recapitata qualche giorno fa al sindaco della cittadina, Pietro Pizzorno e al consigliere Maria Zunato.
La lettera,  sarebbe opera dunque di un residente, operaio che, tra l’altro afferma: ”Ho lavorato in fabbrica per 50 anni, sui 4 turni, ho sudato e faticato come tutti ma ho sempre portato rispetto per il mio posto di lavoro e per la mia persona”.
“Sono sconcertato”,  scrive l’operaio, “nel vedere il comportamento di certi dipendenti comunali che hanno la loro sede distaccata dell’ufficio presso il bar “Bottega del Caffè” di Millesimo. Penso che chi ha la “fortuna” al giorno d’oggi di avere un posto fisso, statale e ben remunerato dovrebbe avere il buon gusto, l’etica e l’umanità di rivestire in modo congruo la sua mansione, rispettando orari di lavoro, posti e competenze”. Una serie di pesanti attacchi rivolti all’amministrazione che ha deciso di rendere pubblica la lettera mettendola a disposizione di tutti i cittadini. La lettera, integrale, è stata anche pubblicata profilo facebook “Il futuro è Qui Maria Zunato Comune di Millesimo”, con le precisazioni della minoranza.
Nella pagina Facebook l’amministrazione mette in chiaro di non condividere la “metodologia” adottata dal cittadino che ha deciso di “non metterci la faccia” nell’evidenziare alcune discutibili situazioni relative alla gestione pubblica.

Informazioni sull'autore del post