Uncategorized

Ilaria Caprioglio e l'età dell'inesperienza

La prima dichiarazione pubblica nella candidata del centro-destra alla carica di primo cittadino della città di Savona, Ilaria Caprioglio, è di un candore imbarazzante: “Non ho mai fatto politica” ha detto l’ex-modella.
Viviamo un’età bizzarra, nella quale l’incompetenza (figlia della retorica del “nuovo”) è diventata un valore.
Tra qualche tempo, telefonando ad un idraulico ci sentiremo dire: “Vengo subito, ma io non ho mai fatto l’idraulico”. O dal dentista: “Apra la bocca, ma io non ho mai fatto il dentista”.
Ecco, la bella Ilaria vorrebbe governare la città ma non sa neppure da dove si cominci.
Ci permettiamo – dal fondo della foresta di Sherwood – di segnalarle che, fare il sindaco di una città come Savona, è un lavoro complicato e totalizzante, fatto di onori ma, soprattutto, di tanta fatica. E di tanti bocconi amari.
Ma lei, nell’intimo, sa di avere ben poche possibilità di farcela, nonostante le dichiarazioni di facciata di Giovannone Toti. Dunque, si sente al sicuro.
In realtà, dietro l’angolo, l’aspetta più probabilmente un ruolo di capo dell’opposizione di centro-destra in consiglio comunale. Ovvero: riunioni di gruppo, interminabili sedute di consiglio, noiosissime commissioni. Ore ed ore spese a discutere, mediare e, magari, studiare le carte per arrivare preparata agli appuntamenti istituzionale. Una vitaccia, che il suo predecessore Marson non ha neppure provato a fare.
E così, dopo cinque anni, anche la bella Ilaria non potrà più dire: “Non ho mai fatto politica”. Perché ne avrà fatta tanta da scoppiare. E, come risultato, avrà ottenuto quello di non essere più “nuova” e, dunque, pronta ad essere sostituita da qualcuno più inesperto di lei.

Informazioni sull'autore del post