Sport

Eccellenza, pazzesco a Lerici: squadra non scenderà in campo a Ventimiglia e Imperia

Savona. Andrea Camilleri scriverebbe che manca un “tanticchio”.  E’ solo questione di tempo: qualche giorno, forse una settimana. La promozione di Serie D del Finale passerà attraverso le prossime tre gare contro A. Baiardo, Rapallo e Busalla: sei i punti di vantaggio da difendere. Tra ipotesi e tabelle di marcia varie già domenica al Borel si potrebbe festeggiare lo storico traguardo, la combinazione di risultati ideale per la squadra di Buttu è duplice: vittoria contro il Baiardo e pareggio o sconfitta contemporanei di U.Sanremo e Magra Azzurri oppure basterebbe anche una semplice segno “X” nella gara casalinga dei giallorossi e sconfitte di matuziani e spezzini. In virtù degli impegni accessibili per entrambe è più ragionevole ipotizzare che la domenica del trionfo possa essere quella successiva quando il Finale giocherà in trasferta a Rapallo. Difficile, infatti, immaginare un passo falso della squadra di Cevoli sul terreno della pericolante Voltrese; impossibile ipotizzare una sconfitta casalinga degli azzurri del Magra in casa contro il disastrato Rapallo.
Per il Finale quella contro il Baiardo sarà una partita meno agevole di quanto non lasci immaginare la classifica. Sulla carta è quasi un testa  tra due squadre separate da ben 31 punti di differenza ma nella sostanza la squadra genovese malgrado un girone di andata disastroso è riuscita a risalire la china e nelle ultime sette gare ha perso una sola volta. La classifica lascia speranze di salvezza diretta e i due punti di distacco da recuperare sulla Cairese con lo scontro diretto dell’ultima di campionato proprio contro i gialloblu non appaiono una distanza eccessiva.
Le inseguitrici U. Sanremo e Magra Azzurri saranno impegnate anch’esse contro avversari di bassa classifica. Gli albiceleste di Cevoli, freschi trionfatori nella semifinale di Coppa Italia,  per raggiungere la Serie D ormai puntano tutto sulla conquista del trofeo nazionale nella finale che si giocherà a Firenze il prossimo 27 aprile contro il Mazara ma senza trascurare il campionato. L’obiettivo secondo posto è essenziale per lasciarsi aperta un’uscita di sicurezza in caso di sconfitta nella finalissima di Coppa. Contro la Voltrese quasi salva sarà partita vera per riscattare la sconfitta nel derby con l’Imperia di domenica scorsa e mantenere la piazza d’onore.
Altrettanto facile è l’impegno casalingo del Magra Azzuri contro il Rapallo quasi aritmeticamente condannato ai play out. In casa spezzina il tema del giorno sono le clamorose squalifiche inflitte dal giudice sportivo dopo il turbolento derby contro il Real Valdivara: ben 15 giornate complessive inflitte ai giocatori della sua squadra così distribuite: 5 giornate Sarti Simone, 4 giornate Paolo Mariani, 3 giornate Alex Ariani, 2 giornate Antonio Capetta, 1 giornata Federico Lazzoni e Gianluca Babboni. 19 invece sono state comminate al Real Valdivara!  Davide Marselli, tecnico degli azzurri è letteralmente imbufalito ed ha promesso di adire le vie legali per un referto arbitrale giudicato non aderente alla realtà dei fatti.
Con le distanze in classifica che si stanno lentamente allungando, gli altri temi di interesse sono tutti per la zona retrocessione dove la Cairese, rocambolescamente superata domenica scorsa a Santa Margherita Ligure, avrà a disposizione il 9135match ball per chiudere il discorso e proiettarsi verso la prossima stagione. Contro il già tranquillo Rivasamba potrebbero arrivare quei punti necessari ad allontanarsi dalla zona rossa. Proibitive sono le trasferte del Baiardo a Finale e del Real Valdivara ad Imperia, mentre l’unica concorrente che potrebbe rimanere in scia è il Busalla che riceve in casa il Genova Calcio. Infine, clamorosa decisione del Presidente del Lerici che a quanto pare potrebbe non far scendere in campo la squadra nelle prossime due trasferte di Ventimiglia ed Imperia. Alla base di questa incredibile decisione ci sarebbe la complicata situazione ecnomica del club che non renderebbe sostenibile le due gare esterne geograficamente più lontane del campionato e l’ultimo posto in classifica con la quasi aritmetica retrocessione in Promozione. Il carattere platonico delle due gare  contro Ventimiglia ed Imperia lontane da ogni obiettivo e quindi ininfluente ai fini della classifica avrebbe convinto il presidente Giaquinto a compiere questo passo consapevole dello 0-3 a tavolino che maturerà in entrambe le occasioni.  Il Lerici tuttavia giocherà la 29a giornata di campionato casalinga contro il Magra Azzurri che potrebbe ancora essere in corsa per il primato.  In tempo di crisi succede anche questo.

Informazioni sull'autore del post