In Primo Piano

Il sindaco di Bergeggi dice "no" al progetto di variante della Piattaforma multifunzionale

Il sindaco di Bergeggi, Roberto Arboscello esprime la sua opinione in merito al progetto variante della Piattaforma nel Porto di Vado Ligure:
Considerato che la Regione Liguria, con una nota pervenuta al comune di Bergeggi, ha chiesto di trasmettere il parere di competenza nell’ambito del procedimento di valutazione di impatto ambientale  per il progetto di variante della Piattaforma multifunzionale nel Porto di Vado Ligure, mi sento in dovere di dire che nessun tipo di parere favorevole verrà rilasciato dalla amministrazione da me guidata, a fronte di nuove soluzioni progettuali di costruzione che risultino peggiorative sotto il profilo ambientale.
Preso atto che da tempo esiste un progetto esecutivo che ha permesso di avviare la costruzione dell’opera – prosegue il primo cittadino –  se Autorità Portuale intende modificare tale progetto dovrà dimostrarne i vantaggi per il territorio, sotto tutti gli aspetti, in primis quello ambientale. Tale variante potrebbe portare a situazioni ambientali completamente diverse da quelle ipotizzate a seguito del progetto originale.
Il comune di Bergeggi è l’ente gestore dell’ Area Marina Protetta, che comprende lo specchio acqueo circostante l’ Isola di Bergeggi e che risulta quindi attigua alle aree portuali interessate dal progetto, oltre che ente gestore del Sito di Importanza Comunitaria denominato “Fondali Noli-Bergeggi”, che a seguito della nuova riperimetrazione risulta confinante con le stesse aree.
Il progetto in questione, a nostro modo di vedere, risulta carente di uno studio di incidenza che permetta in sede di VIA una adeguata valutazione sulla compatibilità dell’ opera così concepita con gli obiettivi di salvaguardia imposti dalle varie normative.
E’ per questi motivi che ad oggi ci troviamo impossibilitati ad emettere un qualsivoglia parere sulla variante.
Prendo atto delle dichiarazioni dell’ Autorità Portuale, fatte dal presidente Miazza, riguardo un miglioramento, tramite questa variante, dell’ opera sia in termini strutturali, sia economici con tutto ciò che ne consegue, sia ambientali, ma rimaniamo in attesa della documentazione necessaria e adeguata a procedere ad una valutazione attenta e obiettiva.
Ritengo inoltre necessario un confronto e una  stretta collaborazione tra i vari comuni interessati all’opera, sotto la regia ovviamente del comune di Vado Ligure.
 

Informazioni sull'autore del post