Cronaca

Perizia psichiatrica per Luigi Frumento l'omicida di Savona

Savona. Disposta una perizia psichiatrica per Luigi Frumento, l’uomo che nel luglio 2015 ha ucciso con tre coltellate l’anziano padre nell’appartamento di via privata Sambolino a Savona. Frumento è accusato di omicidio volontario dalla Procura della Repubblica di Savona per l’omicidio avvenuto al culmine di un litigio furioso tra padre e figlio. Il cadavere dell’anziano, Carlo Frumento, era stato trovato riverso in una pozza di sangue sulle scale tra il quarto e terzo piano. Dalle ricostruzioni  Luigi lo avrebbe accoltellato all’interno dell’appartamento del quarto piano, per poi cercare di disfarsene trascinandolo al di fuori dell’abitazione con l’ausilio di  un tappeto. L’omicida, in preda al panico è uscito fuori dalla palazzina e ha chiesto di essere soccorso ad un commerciante della zona, che ha immediatamente chiamato le forze dell’ordine. Luigi Frumento risulta essere un soggetto particolare con un carattere difficile e complesso ed è attualmente in cura nella sezione speciale del carcere. Il giudice Fiorenza Giorgi ha chiesto del tempo ulteriore per fare degli approfondimenti sulla personalità, disponendo una perizia psichiatrica che sarà conferita lunedì al dottor Gabriele Rocca.

Informazioni sull'autore del post