Uncategorized

L'ex-modella e l'ex-comunista

Finalmente il centro-destra savonese ha battuto un colpo. Dopo Pd, liste civiche, Partito comunista dei lavoratori e Movimento 5 Stelle ecco, finalmente, il nome del candidato sindaco. Si tratterebbe (il condizionale, al momento, è d’obbligo) di Ilaria Caprioglio, ex-modella, scrittrice interessata ai temi sociali e operatrice culturale.
La mossa dei pochi cervelli rimasti nel centro-destra savonese non è male: candidare una donna per togliere al centro-sinistra (che ha appena incoronato Cristina Battaglia) l’esclusiva della donna candidata sindaco. In realtà ci sarebbe anche la Pongiglione di Noi per Savona, ma le chances della signora sono davvero poche.
Dunque, se anche lei non sarà bruciata come tutti i potenziali candidati dello schieramento fin qui proposti, potrà giocare le sue carte e competere con Battaglia e Diaspro dei 5 Stelle per la carica di primo cittadino di Savona.
Del mazzo, al momento, la Caprioglio sembra la meno attrezzata. E’ brillante, sa parlare in pubblico ed è anche (ma non dovrei dirlo io che sono frate) molto bella.
Sembra la meno attrezzata. Ma potrebbe non essere così.
Sì, perché l’ex-modella è, attualmente, presidente del Circolo degli Inquieti, un’associazione attiva da oltre vent’anni. Il circolo è stato fondato da Elio Ferraris.
Oggi Ferraris si dedica, in prevalenza, alle iniziative culturali ma c’è stato un tempo in cui il suo nome era associato, indissolubilmente, alla politica. E, in particolare, al partito comunista. Fu protagonista (anche a livello nazionale ai tempi della segreteria Berlinguer) di una stagione importante della politica cittadina, quella che annoverava tra le punte di diamante Umberto Scardaoni, Giovanni Urbani, Armando Magliotto. E Ferraris, appunto.
La sua carriera s’interruppe con la fine della cosiddetta prima repubblica. E lo strappo dal partito fu netto e dolorosissimo. Poi si dedicò all’editoria e, infine, al suo amatissimo circolo. Rimanendo tuttavia una delle menti più lucide della politica locale.
E se alle spalle della bella Caprioglio ci fosse proprio l’esperto Ferraris?
L’ex-modella e l’ex-comunista.
L’accoppiata è singolare, ma interessante. Staremo a vedere.

Informazioni sull'autore del post