Savona Sport

Savona, è già maledetta primavera

Savona. Santi che pregano in paradiso il Savona non ne ha, e’ una di quelle stagioni in cui il bilancio non quadra mai, una di quelle annate in cui i conti sono dispari e due più due fa ventidue. Savona-Ancona è lo specchio di un campionato disgraziato in cui perdi quando meriteresti di vincere e straperdi quando giochi male e così è se vi pare. Il pubblico è sempre più scarso, rarefatto come l’aria che si respira in quota, di fatto fallisce l’esperimento dei mini-abbonamenti a 25 euro. I presenti oggi erano 587. Meno del previsto, a Finale Ligure per Finale-U.Sanremo di Eccellenza erano quasi il doppio…..vuoi vedere che i dilettanti hanno più appeal della LegaPro?
La partita inizia, come tutti i match di Lega Pro programmati nella giornata odierna, con cinque minuti di ritardo per i fatti di Foggia. Riolfo ritrova Vannucci e Rondanini, non Virdis, out assieme a Carta. Quattro le assenze per l’Ancona privo di  Mallus, Di Dio e Lombardi.
La prima palla pericolosa la confeziona Cocuzza al 19: tiro da fuori e Lori devia con difficoltà in corner. Alla prima occasione l’ Ancona passa. E’il 22′, Pedrelli si libera sulla sinistra e mette al centro, Cognini stoppa e tira, Falcone riesce solo a toccare il pallone che si infila in fondo alla rete.
I biancoblu accusano la botta ed escono dal match. L’Ancona sale in cattedra e prende il comando delle operazioni sfiorando il raddoppio prima con un gran destro di Hamlili al 38′, deviato da Falcone sul palo e quindi in corner, poi con Cognigni al 41′, che si libera bene di Lebran e conclude da solo nel pieno del cuore dell’area: Falcone è ancora bravissimo a respingere, Libertazzi raccoglie e calcia alto.
Il Savona esce dal fortino verso la fine del primo tenpo con Vannucci che va al tiro in diagonale costringendo Lori alla deviazione in corner.
La ripresa vede un Savona arrembante ma sempre poco pungente: Palumbo conclude fuori e al 9′ Morra anticipa tutti di testa ma lo stacco è centrale. Il Savona c’è e assedia la porta marchigiana, Riolfo getta nella mischia anche Dell’Agnello. Al 15′ Vannucci tira da fuori: palo pieno, il quarto in tre partite, sulla respinta Morra e Cocuzza si ostacolano goffamente perdendo l’attimo giusto, Al 21′ colpo di testa di Palumbo e pallone alto di un tanticchio come direbbe Andrea Camilleri. La volontà degli striscioni viene premiata al 25′: verticalizzazione di Palumbo per Dell’ Agnello, diagonale e gol sul secondo palo, ma come contro il L’Aquila la gioia dura il tempo di un pater e gloria. Centoventi secondi dopo Cognigni stoppa nel cuore dell’area e realizza a tu per tu con Falcone.
La gara è incandescente, il Savona è a tratti incontenibile. Al 38′ calcio di rigore per un netto fallo di Di Ceglie su Palumbo. Sul dischetto va lo stesso numero dieci che devia in corner. Negli ultimi minuti succede di tutto: al 43′ Cognigni si invola da solo verso Falcone, supera anche l’estremo difensore, ma conclude alto a porta vuota. Al 46′ ultima chance per i padroni di casa: colpo di testa di Morra su azione di corner, Pedrelli salva sulla linea con l’aiuto della traversa (quinto legno nelle ultime tre gare).
Finisce con una sconfitta amarissima ancorchè immeritata e con la solita zavorra di recriminazioni e legni colpiti che sembrano un funesto DSC1413presagio di primavera. Maledetta.
IL TABELLINO DELLA PARTITA
SAVONA-ANCONA 1-2
Rete: 22′ p.t. Cognini; 25′ s.t. Dell’ Agnello, 27′ s.t. Cognigni
Savona: Falcone, Rondanini (10′ s.t. Dell’ Agnello), Vannucci, Cabeccia, Lebran (23′ s.t. Gagliardi), Lulli, Bationo, Taddei, Cocuzza (34′ s.t. Pasqualini), Palumbo, Morra. A disp.: Cincilla, Zigrossi, Negro, Steffè, Placido, Clematis, Tassi, Romney, Bonavia; all. Riolfo
Ancona: Lori, Parodi, Pedrelli, Di Ceglie, Paoli, Radi, Cazzola, Hamlili, Cognigni (43′ s.t. Bussi), Bambozzi, Libertazzi. A disp.: Polizzi, Di Sabatino, Gelonese, Casiraghi, Velocci, Konate, Sassano, Adamo; all. Cornacchini
Arbitro: Pietropaolo di Modena (assistenti: Angotti di Lamezia e Baldelli di Reggio Emilia)
Spettatori: 587 (incasso 3.058 euro)

Informazioni sull'autore del post