Tari, aumenti dietro l'angolo

Savona. Malgrado le rassicurazioni dell’amministrazione nel 2016 una nuova stangata in materia di rifiuti sta per incombere sui savonesi.
Ieri Palazzo sisto ha licenziato il regolamento sulla Tari che incorpora un aumento del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti dai 12.7 ai 13,4 milioni circa, attestandosi sui 700 mila euro. I savonesi cominceranno a pagare prima e pagheranno di più. Palazzo Sisto ha deciso di anticipare al 16 aprile la prima scadenza, l’anno scorso era il 16 giugno per poter rimpinguare le casse del Comune con i 4,5 milioni della prima rata Tari.
Due persone che vivono in una abitazione di 100 metri quadri e che prima pagavano 275 euro oggi ne pagheranno 302, un single che per abitare in un monolocale da 50 metri quadrati ne pagava 134, oggi ne paga 147, ma l’aumento sarà maggiore per una famiglia di 5 persone che vive in un alloggio di 200 metri.
L’anno scorso ha pagato 592 euro e quest’anno ne spende 644. Aumenti consistenti anche gli esercizi commerciali, un esempio su tutti, un ristorantino che l’anno scorso pagava 1500 euro quest’anno ne pagherà 1642. Solo Bar e tabaccherie avranno uno sconto del 10% sulla tassa se non hanno mai ospitato slot.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi