Misteri di Liguria

L’amore più grande…

   Si narra che un tempo vivevano sulla costa dell’attuale provincia di Savona, nel ponente ligure, due giovani innamorati, la bellissima Andalora (nome che significa landa d’oro riferito in questo caso ai magnifici capelli biondi della fanciulla) e il suo amato Stefanello, la vita scorreva in pace e felice in quei luoghi e il grande sentimento che legava la coppia si rafforzava ogni istante di più, finché, un giorno, l’orizzonte mostrò la bellicosa flotta saracena capitanata dal feroce Al Kadir bramoso di conquiste, che, appena sbarcato, venne subito folgorato dalla bellezza di Andalora che decise di rapire per farne la sua sposa.

   La giovane venne dunque presa, condotta nottetempo a bordo della nave di Al Kadir alla fonda poco distante dalla costa e subito legata all’albero maestro in attesa del termine delle operazioni militari che, da lì a poco si sarebbero concluse.

   Stefanello che aveva assistito impotente al rapimento dell’amata non perse tempo e guidato dalla sola timida luce offerta dalla luna si tuffò in acqua per raggiungere a nuoto la nave saracena, salì sul ponte e riuscì a liberare la ragazza senza però accorgersi della presenza di un soldato di guardia che estrasse la scimitarra colpendolo con un sol fendente a morte.

   A quel punto, prima che l’amato esalasse il suo ultimo respiro, Andalora si strinse a lui ed in perfetta complicità si gettarono entrambi in mare scomparendo tra i flutti.

   Al Kadir, rimase talmente colpito da quanto avvenne che, commosso fu preda di una profonda crisi religiosa e convertitosi al cristianesimo decise di chiamare quei luoghi da lui conquistati con i nomi dei due amanti in ricordo del loro amore eterno, Andalora divenne dunque l’attuale Andora e Stefanello diede il nome a Stellanello, il comune vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *