Politica

Coronavirus, Toti: “Prima di parlare di chiusura delle Regioni, che il Ministro Boccia oggi non ha escluso, ne deve correre molta di acqua sotto i ponti”

L’aumento dei contagi da COVID-19 potrebbe provocare restrizioni ancora più forti sulle abitudini e i comportamenti delle persone. Il Ministro per gli Affari Regionali, Boccia non ha escluso una chiusura dei confini interni per limitare gli spostamenti tra regioni e contenere l’epidemia. Si questo si è espresso il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti: “In Liguria continua costantemente il lavoro per migliorare la nostra capacità di tracciare, testare e trattare i casi Covid. Nella nostra regione la diffusione del virus è in linea con la media nazionale, la pressione sui nostri ospedali è sotto controllo, siamo ancora alla fase 2 del nostro piano di contrasto al virus, con possibilità di incrementare ancora i posti letto. Prima di parlare di chiusura delle Regioni, che il Ministro Boccia oggi non ha escluso, ne deve correre molta di acqua sotto i ponti. Niente si può escludere, ma al momento è una possibilità molto remota e non credo che sia opportuno prevedere oggi le misure da prendere in futuro. Ora impegniamoci solo a rispettare le regole, prendiamo provvedimenti se e dove serviranno e continuiamo a far ripartire le nostre attività e tutta la Liguria, tutelando sempre la salute dei cittadini.

One Reply to “Coronavirus, Toti: “Prima di parlare di chiusura delle Regioni, che il Ministro Boccia oggi non ha escluso, ne deve correre molta di acqua sotto i ponti”

  1. Sono per la chiusura delle regioni e subito entro i primi di novembre per tutelare ancora di più tutti noi. Fatelo subito. Mi raccomando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *