Finale Ligure Savona Sport

Per Savona e Finale domenica chiave

Savona. Montemurlo e Lavagnese nel girone d’andata inflissero le prime sconfitte stagionali a Savona e Finale. I toscani passarono al Bacigalupo segnando una doppietta nel finale, i bianconeri calpestarono al Borel i giallorossi vincendo 1-4 e raffreddando i contagiosi entusiasmi per la splendida vittoria di Massa al debutto. Era settembre e si disputava la seconda giornata.
L’equilibrio del campionato annunciato fin dalle prime battute si è di fatto mantenuto nel corso di tutta la prima parte della stagione. Nessuna squadra ha mai guidato il girone E con più di 3 punti di vantaggio sulle inseguitrici. Giochi apertissimi, dunque, ma è il momento come ha sottolineato Sandro Siciliano di “Schiacciare il piede sull’aceleratore”. Detto che Savona e Finale avevano e hanno obiettivi dissimili, la prossima giornata ha i connotati dell’incrocio ad alto grado di incertezza  con Gavorrano-Massese che sarà la chiave di lettura della lotta promozione almeno nel breve perodo.
Piace il Savona dei giovani Glarey, De Martini e Miraglia: corsa, determinazione e qualità. Doti essenziali per far cambiare passo alla squadra come si è visto nella partita contro il Ponsacco. Proprio su di loro, mister Siciliano potrebbe nuovamente puntare nella difficile trasferta di Montemurlo. La vena realizzativa di Murano e la loro velocità potrebbero essere le armi in più in questa fase centrale della stagione. Rispetto all’undici di domenica scorsa non dovrebbero esserci  grosse modifiche, l’unica novità potrebbe essere rappresentata dal ritorno di Prisco a difesa dei pali. Sarà assente anche Ferrando per squalifica così come il tecnico Siciliano, entrambi fermati per una giornata. Non è da escludere l’utilizzo della difesa a tre con Mariotti, Monticone e Pasqualini.
Il Montemurlo è attualmente undicesimo in classifica ma al “Nelli” il rendimento è da squadra di alta classifica: 4 vittorie 3 pareggi ed una sola sconfitta. Equilibrato il saldo delle reti: 17 realizzate -di cui 10 segnate dal forte attaccante Pinzauti- e solo 18 subite.
Sarà uno spareggio per entrare in zona play off quello che opporrà Lavagnese e Finale. Si parte dall’1-4 bicnonero dell’andata e per la squadra di Buttu la via del riscatto andrà percorsa con ancor maggior convinzione. La continuità di rendimento si in casa che in trasferta è una delle qualità dei giallorossi che anche in occasione dell’ultima sconfitta rocambolesca di Gavorrano hanno dimostrato di potersela giocare con tutti. Il tecnico finalese dovrà, tuttavia, fronteggiare un’emergenza organico dovuta alle pesanti squalifiche di Saba e Ferrara (fermato per tre giornate), e alle assenze di Leo e Scarrone per infortunio. Anche Basso non sarà della partita a causa di un colpo al polpaccio ricevuto in settimana mentre dovrebbe farcela Roda. A disposizione il neo arrivato il centrocampista Ghidini.